Novità dalla ricerca

ictus, marcatori, test ictus, lipidi, infarto

Rischio di nuovo ictus o infarto: un test sui lipidi aiuta la valutazione del rischio

Una nuova tecninca di analisi, in fase di validazione, consente di prevedere se una persona è a rischio di un secondo infarto o ictus. L’analisi di alcuni biomarcatori lipidici (ceramidi, sfingolipidi, fosfolipidi, lipidi neutri contenenti acidi grassi omega-6 o acidi grassi odd-chain), stando ai risultati di un studio pubblicato su JCI Insights, migliora sensibilmente la … leggi tutto

Leggi tutto

LATEST ON LINE

ictus, marcatori, test ictus, lipidi, infarto

Rischio di nuovo ictus o infarto: un test sui lipidi aiuta la valutazione del rischio

Una nuova tecninca di analisi, in fase di validazione, consente di prevedere se una persona è a rischio di un secondo infarto o ictus. L’analisi ...

Leggi
ASPIRINA, PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE, CUORE

ESC2018 - Studio ARRIVE. Ruolo dell'aspirina nella prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari

Se è ormai ben stabilito che l’acido acetil-salicilico (ASA) a basse dosi è efficace e determina un beneficio di gran lunga superiore ai rischi, nei ...

Leggi
sanguinamenti, oncologici, anticoagulanti, DOAC

#ESC2018. Sanguinamenti da anticoagulanti (DOAC) fattori predittivi di rischio oncologico

Nei pazienti con malattia coronarica stabile o malattia delle arterie periferiche, in terapia con anticoagulanti diretti (DOAC), la comparsa di importanti emorragie gastrointestinali porta a ...

Leggi
embolia polonare, trombosi profonda

Rischio residuo di tromboembolismo venoso ed embolia polmonare, quali i suggerimenti?

Augusto Zaninellithe System Academy, FirenzeContinuare a tempo indeterminato la terapia anticoagulante orale dopo un evento di trombosi venosa profonda ed embolia polmonare o sospendere la ...

Leggi
rivaroxaban, xarelto, aspirina, ASA, vasculopatie, CAD, PAD

CHMP a favore di rivaroxaban e ASA in pazienti con CAD o PAD

Parere favorevole a una nuova indicazione di rivaroxaban (Xarelto), anticoagulante diretto (DOAC) inibitore del Fattore Xa di Bayer. Il Comitato che valuta i Farmaci per ...

Leggi
ictus, marcatori, test ictus, lipidi, infarto

Rischio di nuovo ictus o ...

20/09/20181
ASPIRINA, PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE, CUORE

ESC2018 - Studio ARRIVE. Ruolo ...

14/09/20182
sanguinamenti, oncologici, anticoagulanti, DOAC

#ESC2018. Sanguinamenti da anticoagulanti (DOAC) ...

09/09/20183
embolia polonare, trombosi profonda

Rischio residuo di tromboembolismo venoso ...

08/09/20184
rivaroxaban, xarelto, aspirina, ASA, vasculopatie, CAD, PAD

CHMP a favore di rivaroxaban ...

05/09/20185

Focus

sotenibilità economica, TVP, SULODEXIDE, TEV

STRATEGIE DI SOSTENIBILITA’ ECONOMICA DELLA TERAPIA CON SULODEXIDE

Augusto Zaninelli The System Academy, Firenze Gli interessanti risultati prodotti dallo studio SURVET, pubblicato su Circulation, a proposito dell’impiego del sulodexide nella prevenzione delle recidive dopo una trombosi venosa profonda alla dose di 500 U/BID, hanno prodotto, inevitabilmente, alcune riflessioni riguardo la sostenibilità economica della terapia, da parte dei pazienti. Il rischio di sviluppare una … leggi tutto


empaglifozin diabete STUDI EMPAREG e LEADER

Evidenze che danno inizio a una nuova era per il trattamento del diabete di tipo 2. STUDI EMPAREG e LEADER

Carlo Bruno Giorda, Direttore S.C. Diabetologia ASL Torino 5 Dopo anni di incertezze e dati contrastanti sull’efficacia sia delle nuove sia delle vecchie terapie, la diabetologia vive un periodo di grandi cambiamenti in buona parte ascrivibili alle evidenze che stanno emergendo dai grandi trial. Parliamo di nuova “era” perché quel che risulta dalla recente letteratura … leggi tutto


Review

APIXABAN nella prevenzione dell’ictus cardioembolico

APIXABAN nella prevenzione dell’ictus cardioembolico: focus su pazienti anziani con fibrillazione atriale e ridotta funzionalità renale

Augusto Zaninelli. The System Academy, Firenze   La fibrillazione atriale (FA) è il disturbo del ritmo più frequente dopo le aritmie extrasistoliche con una prevalenza intorno allo 0,4% nella popolazione generale e fino al 3% nella popolazione con più di 60 anni (1). L’incidenza e la prevalenza di FA aumentano con l’età e, dopo i … leggi tutto


Il trattamento FARMACO-INVASIVO dell’embolia polmonare

Il trattamento FARMACO-INVASIVO dell’embolia polmonare

Valerio Lanzilotti 1,2, Andrea Rubboli 1, Elvira Resciniti 1, Giuseppe Di Pasquale 1 1 Unità Operativa di Cardiologia, Laboratorio di Emodinamica, Ospedale Maggiore, Bologna 2 Scuola di Specializzazione in Malattie dell’apparato cardiovascolare Università di Ferrara   L’embolia polmonare (EP) è una patologia comune, avendo un’incidenza annua di 100- 200 casi ogni 100.000 abitanti [1, 2]. … leggi tutto


Linee guida

2018 European Heart Rhythm Association Practical Guide on the use of non-vitamin K

The 2018 European Heart Rhythm Association Practical Guide on the use of non-vitamin K antagonist oral anticoagulants in patients with atrial fibrillation: executive summary

The 2018 European Heart Rhythm Association Practical Guide on the use of non-vitamin K antagonist oral anticoagulants in patients with atrial fibrillation: executive summary … leggi tutto Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la … leggi tutto