Notizie

dabigatran-gastrointestinali-pantoprazolo-coagulumreport

Disturbi gastrointestinali con dabigatran? Due semplici strategie per risolverli

Nello studio RE-LY, il nuovo anticoagulante orale (NAO) dabigatran (150 mg BID) ha dimostrato di ridurre significativamente il rischio di ictus rispetto a warfarin in pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (FANV). Alla dose di 110 mg BID, il NAO ha dimostrato efficacia paragonabile a warfarin e una riduzione significativa dei sanguinamenti. Entrambi i dosaggi … leggi tutto

Leggi tutto

Focus

recidiva tev

Il punto sulla terapia con sulodexide

Le fasi della terapia del tromboembolismo venoso sono sostanzialmente 3: una parte iniziale della durata, in genere, da 5 a 21 giorni, nella quale la terapia principale è costituita dall’eparina per via parenterale oppure dagli anticoagulanti diretti come dabigatran, rivaroxaban o apixaban, una seconda fase caratterizzata dal mantenimento della terapia anticoagulante orale per circa due … leggi tutto


Sindrome Post-Trombotica, evidenze per il clinico pratico

Sabina Villalta 1 Paolo Prandoni 2 1° Medicina Generale Ospedale “S. Maria di Ca’ Foncello” Treviso 2° Dipartimento di Scienze Cardiologiche, Toraciche e Vascolari, Clinica Medica 2, Università di Padova  Quando si considera una condizione cronica come la Sindrome Post-Trombotica (SPT), l’analisi della qualità di vita correlata allo stato di salute può fornire informazioni che … leggi tutto


Sinergie tra terapia compressiva e farmacologica nella MVC

di Fabrizio Mariani Presidente Collegio Italiano di Flebologia Segretario Generale “Multidisciplinary Joint Committee in Phlebology” UEMS – EU Valdisieve Hospital, Dept. of Vascular Surgery – Pontassieve (Florence-Italy) INTRODUZIONE La malattia venosa cronica (MVC) è una malattia diffusa in larghi strati di popolazione: in ogni famiglia europea o americana c’è almeno un paziente flebopatico. Studi recenti … leggi tutto


Review

La Gestione della Trombosi Venosa Superficiale

Gualtiero Palareti U.O Di Angiologia e Malattie della Coagulazione “Marino Golinelli” – Ospedale S. Orsola Università di Bologna INTRODUZIONE La Trombosi Venosa Superficiale (TVS) o tromboflebite superficiale è una condizione clinica molto comune; la sua incidenza nella popolazione generale non è nota con esattezza, ma si stima essere più alta di quella della Trombosi Venosa … leggi tutto


Le occlusioni venose retiniche

Le occlusioni venose retiniche (OVR) costituiscono la più comune patologia vascolare retinica e sono generalmente associate a perdita del visus di grado variabile, rappresentando la seconda più frequente patologia responsabile di cecità dopo il diabete mellito…


Dabigatran etexilato: nei pazienti con fibrillazione atriale

Maddalena Lettino Unità Coronarica Dipartimento Cardio-toraco-vascolare Fondazione IRCCS Policlinico S. Matteo Pavia FIBRILLAZIONE ATRIALE: EPIDEMIOLOGIA E PROGNOSI La fibrillazione atriale (FA) è il disturbo del ritmo più frequente nella popolazione generale ed è una delle aritmie che possono durare a lungo, anche in assenza di sintomi. La prevalenza di fibrillazione atriale aumenta con il progredire … leggi tutto