Notizie

Salute cardiovascolare, in grado di predire il declino cognitivo nei soggetti con malattia coronarica preesistente

Uno studio recente ha voluto indagare l’associazione tra punteggio CVH modificato e declino cognitivo a distanza di 20 anni in soggetti con preesistente malattia coronarica. Il punteggio CVH è stato ricavato in base alla definizione delle abitudini di salute ideali e dei fattori di salute per misurare la salute cardiovascolare rilevte nel 2010 l’American Heart Association.  … leggi tutto

Leggi tutto

Focus

Stratificazione del rischio di ictus nel paziente con fibrillazione atriale: il punteggio CHA2DS2VASc

Maria Rossi –  Simona Sacco –  Antonio Carolei Clinica Neurologica Università degli Studi di L’Aquila La fibrillazione atriale (FA) è l’aritmia cardiaca di più comune riscontro nella pratica clinica e frequentemente responsabile di embolia cerebrale e periferica. La frequenza di ictus ischemico nei pazienti con FA è circa 5 volte maggiore rispetto alla popolazione generale … leggi tutto


Il residuo trombotico nella clinica della sindrome post-trombotica: dagli studi alle linee guida

Sabina Villalta1  – Paolo Prandoni2 1 1a Medicina Generale Ospedale “S. Maria di Ca’ Foncello” Treviso 2 Dipartimento di Scienze Cardiologiche, Toraciche e Vascolari, Clinica Medica 2, Università di Padova Il rischio di sviluppare la Sindrome Post-Trombotica (SPT) si attesta in­torno al 30% nonostante un adeguato trattamento della trombosi (TVP) in fa­se acuta, una corretta … leggi tutto


Sindrome Post-Trombotica. Sulodexide, un’opzione nella gestione a lungo termine del paziente post-trombotico dopo sospensione della terapia anticoagulante

Le complicanze del paziente post-trombotico nella pratica clinica sono costituite dalle recidive di TVP (r-TVP) e lo sviluppo / progressione dei sintomi e segni tipici della Sindrome Post-Trombotica (SPT), che possono esitare rispettivamente in nuovi episodi di TVP e in ulcere venose croniche, entrambi ad elevato impatto sulla qualità di vita del paziente. Il binomio … leggi tutto


Review

Le occlusioni venose retiniche

Le occlusioni venose retiniche (OVR) costituiscono la più comune patologia vascolare retinica e sono generalmente associate a perdita del visus di grado variabile, rappresentando la seconda più frequente patologia responsabile di cecità dopo il diabete mellito…


Gestione della terapia anticoagulante in occasione di chirurgia o procedure invasive

Giuseppe Di Pasquale, Silvia Zagnoni, Pamela Gallo Unità Operativa di Cardiologia, Ospedale Maggiore, Bologna La necessità di una temporanea interruzione della terapia anticoagulante orale (TAO) cronica con warfarin in previsione di procedure invasive o chirurgia è evenienza frequente nei pazienti anticoagulati. … leggi tutto Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: … leggi tutto