La prevenzione dell’ictus cardioembolico nella fibrillazione atriale del paziente anziano fragile: l’impiego di apixaban

di Augusto Zaninelli
Medicina Generale, Università di Firenze

La fibrillazione atriale (FA) è il disturbo del ritmo più frequente dopo le aritmie extrasistoliche con una prevalenza intorno allo 0,4% nella popolazione generale e fino al 3% nella popolazione al di sopra dei 60 anni (1). L’incidenza e la prevalenza di FA aumentano con l’età e, dopo gli anni 55, in ogni decade successiva di vita, l’incidenza di FA … leggi tutto

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Accesso utente registrato
 Ricordami  
Registrazione nuovo utente
*Campo obbligatorio