Rivaroxaban: un singolo farmaco dall’inizio alla fine della terapia del tromboembolismo venoso acuto

di Marcello Di Nisio1, Giovanni Barillari2
1 Dipartimento di Scienze Mediche, Orali e Biotecnologiche, Università G. D’Annunzio, Chieti
2 SOS Malattie Emorragiche Trombotiche, Azienda Ospedaliero Universitaria Udine

INTRODUZIONE

L’uso della terapia anticoagulante nel trattamento del tromboembolismo venoso (TEV) si pone il duplice obiettivo di risolvere il problema acuto e di ridurre il rischio di recidiva, rischio che risulta essere maggiore nel primo periodo seguente un … leggi tutto

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Accesso utente registrato
 Ricordami  
Registrazione nuovo utente
*Confermare la lettura dell'informativa Privacy
captcha
*Campo obbligatorio