SCA. Prasugrel e ticagrelor riducono eventi cardiaci, ma aumentano il sanguinamento

sca clopidogrel prasugrel ticagrelor coagulumreport

Nei pazienti con sindrome coronarica acuta (SCA) senza innalzamento del tratto ST due recenti inibitori orali di P2Y12, prasugrel e ticagrelor, riducono in modo significativo i principali eventi cardiovascolari e l’infarto del miocardio, a spese di un aumento significativo di sanguinamento.

Lo rivela uno studio che ha incluso 31.470 pazienti con NSTE-ACS (non ST-elevation acute coronary syndrome, NSTE-ACS) da 4 studi clinici randomizzati di cui 15.951 trattati con recenti inibitori orali … leggi tutto

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Accesso utente registrato
 Ricordami  
Registrazione nuovo utente
*Confermare la lettura dell'informativa Privacy
captcha
*Campo obbligatorio