Aspirina (ASA) e rischio emorragico, il paziente va valutato individualmente

L’utilizzo dell’aspirina (ASA) a basse dosi in prevenzione primaria è un tema sempre di grande attualità. A breve distanza dal documento sulla prevenzione cardio-oncologica,  l’agenzia USA sulla prevenzione (USPSTS: U.S. Preventive Services Task Force) pubblica una revisione sistematica della letteratura scientifica sul rischio emorragico legato all’utilizzo cronico dell’aspirina a basse dosi.

Sono stati valutati studi clinici controllati, studi di coorte e meta-analisi che avessero confrontato l’aspirina con placebo o con nessun … leggi tutto

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Accesso utente registrato
 Ricordami  
Registrazione nuovo utente
*Confermare la lettura dell'informativa Privacy
captcha
*Campo obbligatorio