Statine utili anche in prevenzione primaria a rischio intermedio (HOPE 3)

L’efficacia preventiva delle statine in soggetti ad alto rischio cardiovascolare è stata ben documentata anche in prevenzione primaria. Non altrettanto si può dire riguardo all’uso delle statine nei soggetti a rischio cardiovascolare intermedio.

Lo studio HOPE-3  é stato disegnato con l’intento di esplorare l’area grigia costituita da questa ampia popolazione di soggetti e in particolare di verificare l’efficacia preventiva di un trattamento ipocolesterolemizzante (rosuvastatina 10 mg), ipotensivo (candesartan/idroclorotiazide 16/12.5 … leggi tutto

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Accesso utente registrato
 Ricordami  
Registrazione nuovo utente
*Confermare la lettura dell'informativa Privacy
captcha
*Campo obbligatorio