Prevenire le recidive TEV? Rivaroxaban più efficace di ASA. Studio EINSTEIN CHOICE

rivaroxaban-einstein-asa-tev-recidiva-coagulumreport

L’anticoagulante diretto rivaroxaban (DOAC, inibitore orale del Fattore Xa) – sia 10 mg sia 20 mg in monosomministrazione giornaliera  – ha ridotto in modo significativo il rischio di recidiva di tromboembolismo venoso (TEV) rispetto ad aspirina (ASA) 100 mg una volta/die, in pazienti che avevano precedentemente completato un periodo fino a 6-12 mesi di terapia anticoagulante per embolia polmonare (EP) o trombosi venosa profonda (TVP) sintomatica.

Sono questi i risultati dello studio … leggi tutto

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Accesso utente registrato
 Ricordami  
Registrazione nuovo utente
*Confermare la lettura dell'informativa Privacy
captcha
*Campo obbligatorio