Riduzione del rischio cardiovascolare con l’etil estere dell’acido eicosapentaenoico (EPA)

etil estere acido eicosapentaenoico (EPA)

La somministrazione di 4 g/die dell’etil estere dell’acido eicosapentaenoico (EPA) a pazienti ad alto rischio, già trattati con statina ma con rischio residuo documentato da valori elevati di trigliceridi, è in grado di determinare un effetto benefico su molteplici outcome cardio-vascolari.

Possiamo riassumere in questi termini i principali risultati dello studio REDUCE-IT, già anticipato nell’autunno scorso, un grande trial multicentrico, randomizzato e controllato in doppio cieco che ha arruolato oltre 8000 pazienti … leggi tutto

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Accesso utente registrato
 Ricordami  
Registrazione nuovo utente
*Confermare la lettura dell'informativa Privacy
captcha
*Campo obbligatorio