Uso prolungato con inibitori della pompa protonica (PPI) associato ad una aumentata mortalità globale e cardiovascolare

inibitori-pompa-protonica, mortalità cardiovascolare

Il trattamento prolungato con inibitori della pompa protonica (PPI), così frequente anche nei pazienti cardiopatici, si associa ad una aumentata mortalità globale e cardiovascolare.

E’ questo il risultato di uno studio, metodologicamente molto complesso, condotto sui database del Dipartimento degli Affari dei Veterani degli Stati Uniti d’America, l’istituzione che gestisce il più ampio e integrato sistema sanitario negli USA.

Negli ultimi anni la letteratura ha evidenziato che l’utilizzo a … leggi tutto

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Accesso utente registrato
 Ricordami  
Registrazione nuovo utente
*Confermare la lettura dell'informativa Privacy
captcha
*Campo obbligatorio