Articoli di redazione

ictus, marcatori, test ictus, lipidi, infarto

Rischio di nuovo ictus o infarto: un test sui lipidi aiuta la valutazione del rischio

Una nuova tecninca di analisi, in fase di validazione, consente di prevedere se una persona è a rischio di un secondo infarto o ictus. L’analisi di alcuni biomarcatori lipidici (ceramidi, sfingolipidi, fosfolipidi, lipidi neutri contenenti acidi grassi omega-6 o acidi grassi odd-chain), stando ai risultati di un studio pubblicato su JCI Insights, migliora sensibilmente la … leggi tutto


rivaroxaban, xarelto, aspirina, ASA, vasculopatie, CAD, PAD

CHMP a favore di rivaroxaban e ASA in pazienti con CAD o PAD

Parere favorevole a una nuova indicazione di rivaroxaban (Xarelto), anticoagulante diretto (DOAC) inibitore del Fattore Xa di Bayer. Il Comitato che valuta i Farmaci per l’Uso Umano (CHMP) dell’Agenzia Europea del Farmaco (EMA), ha approvato la terapia con rivaroxaban 2,5 mg due volte/die, più acido acetilsalicilico (Aspirina, ASA) 75 – 100 mg una volta/die per … leggi tutto


PAD, obesità,vasculopatia arteriosa periferica

L’obesità aumenta anche il rischio di vasculopatia arteriosa periferica (PAD)

Mantenere un indice di massa corporea ottimale (BMI, body mass index), oltre a controllare altri fattori di rischio cardiovascolare, può ridurre il rischio di malattia delle arterie periferiche (PAD, peripheral artery disease) con ischemia critica degli arti (CLI, critical limb ischemia), secondo una nuova ricerca sul Journal of American Heart Association .


aspirina, ASA, cardioncologia, oncologia

Riconosciuta da AIFA la prevenzione cardio-oncologica di aspirina (ASA) a basse dosi

Aspirina (ASA) a basso dosaggio (Cardioaspirin) riduce l’incidenza complessiva del cancro e in particolare di quello al colon retto, nei pazienti che già assumono il farmaco per la prevenzione cardiovascolare. Dopo l’approvazione dell’Agenzia del farmaco (Aifa), l’importante novità è stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale del 12 luglio 2018  L’Italia è il primo Paese europeo in cui … leggi tutto


infarto statine precoce coagulumreport

Infarto prima dei 50 anni: le statine per le linee guida (in molti casi) non servivano

La maggior parte dei pazienti che subiscono precocemente un infarto del miocardio non sarebbero stati eleggibili a terapia con statine in prevenzione primaria, secondo quanto stabilito dalle attuali linee guida. Questo dato allarmante è emerso dall’analisi retrospettiva di una coorte di 1.475 pazienti (20% donne, 57% STEMI), reclutati presso due grandi centri cardiologici universitari degli Stati Uniti, che avevano subito … leggi tutto



osteopontina ictus marker coagulumreport

Osteopontina: un marker di eventi cardiovascolari maggiori in soggetti con stenosi carotidea

L‘osteopontina (OPN) è una glicoproteina, prodotta in diversi tipi di tessuti ed è espressa in vari tumori (tumore del polmone e della pleura, della mammella, del colon, dello stomaco, il carcinoma ovarico). L’OPN sembrerebbe giocare un ruolo importante anche nei processi di angiogenesi e neovascolarizzazione, nella guarigione delle ferite, nell’immunità innata, nell’impianto dell’embrione, nell’ipossia tissutale, nella risposta cellulare … leggi tutto