FA – News

rivaroxaban-stent-xarelto-pci-coagulumreport

CHMP dà parere favorevole a rivaroxaban dopo PCI e stent

Il Comitato per i medicinali per uso umano (CHMP) dell’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA) ha espresso parere positivo all’aggiornamento della scheda tecnica dell’inibitore orale del fattore Xa rivaroxaban (Xarelto, Bayer), al dosaggio di 15 mg una volta al giorno in associazione ad un inibitore del recettore P2Y12 per il trattamento di pazienti affetti da fibrillazione atriale … leggi tutto


rivroxaban-cancro-fibrillazione-xarelto-coagulumreport

Fibrillazione e cancro attivo: rivaroxaban (DOAC) efficace e sicuro come in ROCKET-AF

Efficacia e sicurezza del rivaroxaban nel trattamento della fibrillazione atriale non valvolare di pazienti con cancro in fase attiva sono sovrapponibili a quelle riscontrate nella popolazione generale. E’ il risultato di uno studio condotto preso il Memorial Sloan Kettering Cancer Center in New York City su 163 pazienti con malattia neoplastica in atto e fibrillazione atriale trattati tra il gennaio del 2014 e il … leggi tutto


edoxaban-anticoagulante-cardioversione-lixiana-chmp-ema-cooagulumreport

Fibrillazione atriale, edoxaban in cardioversione rapida. Parere positivo dal CHMP-EMA 

L’utilizzo dell’anticoagulante orale diretto edoxaban (Lixiana), nei pazienti con fibrillazione atriale sottoposti a cardioversione preceduta da ecocardiogramma per via transesofagea (ETE) dovrà essere inserito in RCP. Questa la raccomandazione del Comitato Europeo per i Medicinali ad Uso Umano (CHMP) dell’EMA. Il farmaco di Daiichi Sankyo è quindi, ad oggi, l’unico DOAC indicato specificatamente per una rapida … leggi tutto


idarucizumab-praxbind-dabigatran-coagulumreport

Conferme per idarucizumab reversal agent di dabigatran. Dati finali del RE-VERSE AD. #ISTH2017

L’efficacia di idarucizumab  nell’inattivare  rapidamente l’effetto di dabigatran in situazioni d’emergenza è stata confermata anche dai dati finali dello studio REVERSE AD presentati  al 26° Congresso Biennale della Società Internazionale di Trombosi ed Emostasi (ISTH 2017), in corso a Berlino dall’8 al 13 luglio. Come dimostrato nei risultati intermedi, idarucizumab (Praxbind) ha inattivato l’effetto anticoagulante di … leggi tutto


ictus-doac-anticoagulanti-dabigatran-apixaban-rivaroxaban-danesi-coagulumreport

Fibrillazione e un solo fattore di rischio per ictus. Anticoagulanti diretti (DOAC) efficaci e sicuri

In pazienti con un fibrillazione atriale (FA) e un solo fattore di rischio per ictus, non correlato a genere,  gli anticoagulanti diretti (DOAC) sono efficaci ccome warfarin nella prevenzione dell’evento ischemico. Sono questi i dati di uno studio di coorte danese che ha segnalato, inoltre, come i sanguinamento fossero significativamente inferiori per apixaban e dabigatran (ma non rivaroxaban) … leggi tutto


nao-doac-dose-inappropriata-anticoagulanti-fibrillazione-renale-coagulumreport

Anticoagulanti (DOAC) poca attenzione al dosaggio. Dati real life

In uno studio su quasi 15.000 pazienti in terapia con anticoagulanti orali diretti (DOAC) per fibrillazione atriale, oltre il 40% di coloro che, per problemi renali, dovevano ricevere una dose ridotta, continuava ad assumere la dose standard, mentre più  del 10% di quelli che non avevano indicazione di una riduzione del dosaggio, erano sottodosati. Gli … leggi tutto


score-fibrillazione-ictus-cha2-ds2-vasc-score-acc-ncdr-pinnacle-coagulumreport

Fibrillazione. Con il CHA2DS2-VASc score sono di più i candidati per gli anticoagulanti (NAO/DOAC)

Utilizzando lo score CHA2-DS2-VASc, due pazienti con fibrillazione atriale su tre, che risultano a basso rischio trombo-embolico utilizzando lo score CHADS2, devono essere ricollocati in una classe di rischio più elevata con indicazione forte alla terapia anticoagulante per la prevenzione dell’ictus (stroke). Sono questi in sintesi i risultati di un’analisi del … leggi tutto


paziente-fragile-edoxabandoc-nao-anticoagulante-fibrillazione-anmco-2017-simposio-coagulumreport

ANMCO 2017. Paziente anziano fragile in fibrillazione (FANV) o tromboembolismo (TEV). Edoxaban: importanza di un dosaggio ridotto

Il trattamento con anticoagulanti diretti (DOAC/NAO) nei soggetti più fragili e anziani rappresenta, per gli specialisti una sfida difficile e non ancora vinta.  Edoxaban, ultimo arrivato tra gli anticoagulanti diretti (NAO/DOAC), si è dimostrato altrettanto efficace e più sicuro del warfarin nella prevenzione di ictus ed embolia sistemica in presenza di fibrillazione atriale e nel … leggi tutto


edoxaban-anticoagulante-fibrillazione-tavi-ablazione-coagulumreport

Fibrillazione. Partono due studi su edoxaban (DOAC) in TAVI e ablazione

E’ iniziato l’arruolamento dei primi pazienti nei trial ENVISAGE-TAVI AF ed ELIMINATE AF, due  studi che valutano edoxaban (Lixiana) l’anticoagulante oralediretto (DOAC) in monosomministrazione giornaliera per il trattamento della fibrillazione atriale in pazienti sottoposti rispettivamente a impianto di valvola aortica transcatetere (TAVI) e ablazione transcatetere. Il trial ENVISAGE-TAVI AF in pazienti sottoposti a impianto di valvola … leggi tutto


osteoporosi-fratture-dabigatran-warfarin-fibrillazione-coagulumreport

Rischio fratture da osteoporosi più basso con anticoagulante dabigatran (DOAC) rispetto a warfarin

In pazineti con fibrillazione atriale non valvolare la terapia anticoagulante con warfarin è stata associata a un aumento del rischio di fratture da osteoporosi. Un nuovo studio mostra che l’impiego di dabigatran, anticoagulante diretto (DOAC/NAO), grazie a un meccanismo d’azione differente, non è associato allo stesso rischio, anzi lo abbassa anche in modo significativo. I … leggi tutto