News

linee guida canadesi prevenzione cardiovascolare primaria

Aggiornamento 2018 linee guida canadesi per la prevenzione e gestione delle malattie cardiovascolari nelle cure primarie

E’ stato pubblicato l’aggiornamento 2018 delle linee guida canadesi per la prevenzione e gestione delle malattie cardiovascolari nelle cure primarie. E’ un documento molto interessante per la sua impostazione interdisciplinare. Esso, infatti, si sforza di fare una sintesi delle più robuste raccomandazioni provenienti dalle linee guida in nove differenti ambiti specialistici ad orientamento cardio-metabolico, in … leggi tutto


statine , eventi cardiovascolari,CV

Statine da utilizzate solo per la prevenzione degli eventi cardiovascolari e non per ridurre il rischio di altri esiti clinici al di fuori dell’ambito CV

Secondo i risultati di una revisione delle meta-analisi disponibili, pubblicata su “Annals of Internal Medicine”, le statine devono essere utilizzate solo per la prevenzione degli eventi cardiovascolari (CV) e non per ridurre il rischio di altri esiti clinici al di fuori del rischio cardiovascolare. Le statine sono utilizzate per ridurre la morbilità e la mortalità … leggi tutto


omega3, pad, vasculopatie, vasculopatia periferica, PUFA

Alimentazione ricca di omega-3 si associa ad una ridotta incidenza di vasculopatia periferica (PAD)

Una alimentazione ricca di omega-3, tale da aumentare il contenuto di queste sostanze nei depositi del tessuto adiposo, si associa ad una ridotta incidenza di vasculopatia periferica (PAD). Questa osservazione scaturisce da uno studio caso-coorte condotto utilizzando i dati dei pazienti arruolati nel “Danish Diet, Cancer and Health Study”. Sono stati considerati 870 casi validati di … leggi tutto


demenza, anticoagulanti, vascolare, fibrillazioene atriale

Effetto protettivo della terapia anticoagulante sulla demenza vascolare o di tipo misto in pazienti affetti da fibrillazione atriale

Un nuovo studio conferma che la fibrillazione atriale è associata ad un aumentato rischio di demenza vascolare o di tipo misto e la terapia anticoagulante ha un effetto protettivo. Una coorte svedese di 2685 soggetti, esenti da demenza, facenti parte del “Swedish National Study on Aging and Care” sono stati sottoposti a controlli periodici finalizzati ad … leggi tutto


SULODEXIDE, TROMBOSI VENOSA PROFONDA, SURVET

Studio SURVET: un’opportunità in più nella gestione delle recidive di trombosi venosa profonda

Augusto Zaninelli The System Academy, Firenze Continuare a tempo indeterminato la terapia anticoagulante orale dopo un evento di trombosi venosa profonda ed embolia polmonare o sospendere la terapia specifica dopo un certo periodo, variabile a seconda delle condizioni cliniche e non somministrare più nulla? Questa è la domanda iniziale che ha ispirato lo studio SURVET, … leggi tutto


Effetto dell’aspirina sugli eventi cardiovascolari e sanguinamenti negli anziani esenti da malattia cardiovascolare

Il tema complesso e dibattuto dell’utilizzo dell’aspirina a scopo antiaggregante nella prevenzione primaria cardiovascolare si arricchisce di un nuovo contributo relativo ai soggetti più anziani. Sono stati, infatti, pubblicati i risultati dello studio ASPREE  (Aspirin in Reducing Events in the Elderly), uno studio randomizzato, in doppio cieco e controllato con placebo condotto negli USA e … leggi tutto


statine, prevenzione primaria cardiovascolare, diabete

Statine. Prevenzione primaria e mortalità nei pazienti anziani con e senza diabete di tipo 2

Le evidenze a sostegno dell’utilizzo delle statine in prevenzione primaria nei pazienti di età avanzata sono scarse e contraddittorie. Ciò si traduce in una difficoltà di gestione clinica in una fascia di età di proporzioni crescenti e caratterizzata da un carico assistenziale elevato. Un contributo alla comprensione di questo problema, ci viene da una interessante … leggi tutto


ictus, dieta mediterranea, ictus donne

La dieta mediterranea riduce il rischio di ictus cerebrale, principalmente nelle donne

I benefici della dieta mediterranea sull’apparato cardiovascolare sono ben noti. Meno documentata è l’associazione tra l’aderenza alla dieta e il rischio di ictus cerebrale nei soggetti con differente profilo cardio-vascolare e la possibilità che tale associazione differisca in funzione del genere. Per rispondere a questi quesiti sono stati esaminati i dati di 23232 soggetti di età … leggi tutto


ictus, marcatori, test ictus, lipidi, infarto

Rischio di nuovo ictus o infarto: un test sui lipidi aiuta la valutazione del rischio

Una nuova tecninca di analisi, in fase di validazione, consente di prevedere se una persona è a rischio di un secondo infarto o ictus. L’analisi di alcuni biomarcatori lipidici (ceramidi, sfingolipidi, fosfolipidi, lipidi neutri contenenti acidi grassi omega-6 o acidi grassi odd-chain), stando ai risultati di un studio pubblicato su JCI Insights, migliora sensibilmente la … leggi tutto


ASPIRINA, PREVENZIONE CARDIOVASCOLARE, CUORE

ESC2018 – Studio ARRIVE. Ruolo dell’aspirina nella prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari

Se è ormai ben stabilito che l’acido acetil-salicilico (ASA) a basse dosi è efficace e determina un beneficio di gran lunga superiore ai rischi, nei soggetti che hanno già subito un evento cardiovascolare, il suo ruolo nella prevenzione cardiovascolare primaria è tuttora molto dibattuto nonostante le numerose ricerche realizzate negli ultimi decenni. I risultati dello studio … leggi tutto