Risultati per DABIGATRAN


Ruolo dei nuovi anticoagulanti orali nella prevenzione del tromboembolismo venoso e dello stroke nella fibrillazione atriale. Novità dalle Linee Guida ACCP 2012

Letizia Riva – Giuseppe Di Pasquale Unità Operativa di Cardiologia, Ospedale Maggiore – Azienda USL di Bologna, Bologna La terapia anticoagulante orale (TAO) con warfarin e la terapia anticoagulante sottocutanea con eparina a basso peso molecolare (EBPM) costituiscono il gold standard per la prevenzione e il trattamento delle tromboembolie sistemiche in pazienti affetti da fibrillazione … leggi tutto



NAO – ruolo nella patologia tromboembolica venosa

Le indicazioni terapeutiche dei nuovi anticoagulanti orali nell’ambito della patologia tromboembolica venosa comprendono: Prevenzione degli eventi tromboembolici venosi (TEV) nei pazienti adulti sottoposti a intervento chirurgico di sostituzione elettiva dell’anca o del ginocchio. Trattamento della trombosi venosa profonda (TVP) e dell’embolia polmonare (EP) e prevenzione delle recidive di TVP ed EP negli adulti. Le molecole … leggi tutto


Terapia dell’embolia polmonare

Nei pazienti con embolia polmonare acuta è raccomandata la terapia anticoagulante, con l’obiettivo di prevenire sia la morte che la recidiva di TEV sintomatico o fatale. La durata standard della terapia dovrebbe essere di almeno 3 mesi; il trattamento della fase acuta consiste nella somministrazione di anticoagulanti per via parenterale () per i primi 5- … leggi tutto


Terapia della trombosi venosa profonda

Quando viene diagnosticata una TVP l’obiettivo della terapia nella fase acuta (primi 5-10 giorni) è quello di prevenire l’estensione della trombosi e prevenire l’insorgenza o la recidiva di embolia polmonare (EP) ad essa correlata, oltre ad alleviare i sintomi tipici della fase acuta. Farmaci di possibile impiego Eparina a basso peso molecolare (EBPM): il vantaggio … leggi tutto