beta bloccanti

Identificazione delle dosi ottimali di ace-inibitori e beta-bloccanti nella terapia dello scompenso

Raggiungere le dosi massime tollerate di ace-inibitori e beta-bloccanti nella terapia dello scompenso, così come consigliato dalle linee guida, non è facile e, per quanto riguarda le donne, non è nemmeno necessario. Sono queste le conclusioni di una analisi post-hoc condotta sui dati dello studio BIOSTAT-CHF, un ampio studio di coorte condotto in 11 paesi … leggi tutto


gold-bpco-coagulumreport

Pubblicate le linee guida GOLD aggiornate per terapia in malattie cardiovascolari e BPCO

E’ stato recentemente pubblicato un aggiornamento delle linee guida GOLD sulla Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO). La BPCO spesso coesiste con varie patologie cardiovascolari e ciò pone non pochi problemi sul piano diagnostico e della stratificazione prognostica. Per quanto riguarda la terapia, invece, le remore relative all’utilizzo dei beta-bloccanti nella BPCO e dei broncodilatatori nelle patologie … leggi tutto


Dopo l’infarto (IMA) per le giovani donne minore prevenzione secondaria

Gli autori dello studio di popolazione retrospettivo Sex Disparities in Post-Acute Myocardial Infarction Pharmacologic Treatment Initiation and Adherence: Problem for Young Women hanno utilizzato database amministrativi per valutare se vi siano differenze di genere nell’aderenza al trattamento dei pazienti dimessi dopo infarto acuto del miocardio (IMA) fino a un anno dall’evento acuto. Lo studio ha coinvolto … leggi tutto


Betabloccanti e calcioantagonisti: migliori nella fibrillazione

Nelle persone anziane affette da fibrillazione atriale (FA) asintomatici o paucisintomatici le attuali Linee guida americane ed Europee sottolineano l’importanza del controllo della frequenza cardiaca. Ma i pazienti sottoposti a questo tipo di trattamento vivono di più? A questa domanda hanno cercato di rispondere i ricercatori dello studio Rate-Control Treatment and Mortality in Atrial Fibrillation attraverso … leggi tutto