edoxaban

rivaroxaban-real-world-data-mondo-reale-nao-doac-coagulumrepoort

Rivaroxaban nella fibrillazione atriale: efficacia e sicurezza nel real-world. Una review

Gli anticoagulanti orali diretti (DOAC/NAO) dabigatran, rivaroxaban, apixaban ed edoxaban, hanno efficacia non inferiore a warfarin nella riduzione dell’incidenza di ictus e di embolia sistemica nei pazienti affetti da fibrillazione atriale (FA). Questi farmaci, noti anche come nuovi anticoagulanti orali (NAO), sono inoltre risultati assolutamente sicuri, con una significativa riduzione del rischio emorragico, in particolare dei … leggi tutto


Fibrillazione atriale (FA). Una maggiore appropriatezza delle terapie anticoagulanti

Fibrillazione atriale (FA). Una maggiore appropriatezza delle terapie anticoagulanti garantirebbe benefici anche al SSN. Primi risultati studio Nemawashi

Luca Degli Esposti Presidente CliCon s.r.l. Clinicamente efficaci, maneggevoli e con un buon profilo di sicurezza, gli anticoagulanti orali diretti (DOAC, direct oral anicoagulants) per il trattamento dei pazienti affetti da fibrillazione atriale, sono però ancora un’alternativa terapeutica sottoutilizzata in Italia. Eppure una maggior appropriatezza prescrittiva avrebbe già potuto portare a un risparmio consistente per … leggi tutto


edoxaban rimborsato aifa lixiana coagulumreport

Rimborso per edoxaban (Lixiana). Il NAO in fascia A

E’ disponibile in Italia, dal 9 settembre, edoxaban l’anticoagulante orale sviluppato da  Daiichi Sankyo.  Il nuovo anticoagulante orale della casa farmaceutica giapponese è commercializzato con il nome di Lixiana ed è prescrivibile anche in Italia da settembre in fascia rimborsabile a seguito della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n. 198 del 25 Agosto 2016 della Determina … leggi tutto


edoxaban lixiana ensure af esc 2016 coagulumreport

Anticoagulante edoxaban (Lixiana) in cardioversione. Studio ENSURE-AF. ESC 2016

Il nuovo anticoagulante orale (NAO) edoxaban (Lixiana) è utile anche nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (FANV) sottoposti a cardioversione elettrica. Questi in sintesi i risultati dello studio ENSURE-AF, presentato a Roma durante una Hot Line Session del Congresso ESC 2016. Il trial ENSURE-AF (EdoxabaN vs. warfarin in subjectS UndeRgoing cardiovErsion of Atrial Fibrillation), … leggi tutto


Edoxaban, sicuro ed efficace anche a lungo termine nel tromboembolismo venoso (TEV)

Sono pochi i dati relativi all’efficacia e alla sicurezza della terapia prolungata della tromboembolia venosa profonda (TEV) con nuovi anticoagulanti orali (NAO) inibitori del fattore Xa, come edoxaban, rispetto agli antagonisti della vitamina K. Gli autori di uno studio recente hanno cercato di valutare i rischi/benefici del trattamento prolungato fino a 12 mesi con edoxaban … leggi tutto



Scegliere l’anticoagulante (NAO) giusto per ogni paziente con fibrillazione atriale

I NAO (nuovi anticoagulanti orali noti anche come NOAC) sono ormai entrati nella pratica clinica per la prevenzione dell’ictus cardioembolico nei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare. Sulla questione è stata pubblicata anche la linea pratica EHRA. Le molecole attualmente in commercio, però, per quanto in gran parte sovrapponibili in termini di efficacia e tollerabilità, presentano caratteristiche … leggi tutto


Nuovi anticoagulanti orali nella fibrillazione atriale: nuove indicazioni e approvazioni

Circa il 15% di tutti gli ictus sono attribuibili a fibrillazione atriale. Tale proporzione si avvicina un terzo (30%) dei pazienti anziani. L’AJMC ha pubblicato un articolo che raccoglie le principali ricadute cliniche delle nuove terapie approvate dall’Agenzia FDA per la prevenzione dell’ictus in pazienti con fibrillazione atriale. Alcune di queste terapie già disponibili in … leggi tutto


real world data NAO anticoagulanti

Dati real world su NAO nel tromboembolismo venoso

I Nuovi anticoagulanti orali (NAO) sono stati approvati per l’utilizzo nella prevenzione e nel trattamento del tromboembolismo venoso sulla base di numerosi trial clinici randomizzati e controllati. Gli studi clinici (RCT), però, per quanto ben disegnati e ben condotti, hanno il limite di escludere molte categorie di pazienti, per esempio i soggetti fragili, quelli con … leggi tutto


Nuovi anticoagulanti (NAO ) sicuri anche se non c’è ancora un antidoto

I nuovi anticoagulanti orali (NAO) sono farmaci antitrombotici efficaci e sicuri, ma la mancanza di un antidoto in caso di eventi emorragici potenzialmente fatali è clinicamente percepita come un’importante limitazione. Gli autori dello studio Non-vitamin K antagonist oral anticoagulants and major bleeding-related fatality in patients with atrial fibrillation and venous thromboembolism: a systematic review and … leggi tutto