embolia

embolia-complesso-semplice-sulodexide-coagulumreport

Pietro: un caso semplice e complicato al tempo stesso

Si propone il caso di Pietro, uomo di 55 anni che, pur avendo una storia clinica totalmente priva di malattie pregresse o fattori di rischio cardiovascolari e in assenza di terapie abitualmente assunte, improvvisamente accusava al mattino al risveglio una moderata dispnea accompagnata da un senso di tachicardia continuata per circa un paio d’ore, dopodiché, … leggi tutto



Ecco in 2 minuti come prevenire la recidiva di TVP/EP: un’alternativa agli anticoagulanti orali c’è!

La terapia della trombosi venosa profonda (TVP) e della conseguente EP nella fase acuta è ovviamente una terapia a base di farmaci anticoagulanti, siano essi per via parenterale, oppure anticoagulanti orali inibitori di vitamina K o nuovi anticoagulanti orali (NAO/DOAC). Questa terapia va protratta per un certo periodo di tempo come stabilito dalle linee guida. Quando poi si arriva alla guarigione, … leggi tutto


TVP, trombosi venosa, aereo, dolore gamba

Dolore alla gamba dopo un viaggio aereo. Che tipo di TVP è? Sembra facile la terapia…

Di rientro da un  viaggio in Australia , si presenta al pronto soccorso il sig. A.R., maschio, nato nel 1991  con l’arto inferiore SN estremamente dolente (specie alla deambulazione) e con spiccato gonfiore, particolarmente localizzato al polpaccio, niente all’arto destro. Al medico riferisce che, nel viaggio, ha soprattutto utilizzato l’auto e che, durante la vacanza, … leggi tutto


giovane-tvp-tev-trombosi-embolia-coagulumreport

Giovane con TEV. Dopo 6 mesi di anticoagulante: quando proporre extension therapy?

C.S., di sesso maschile, nato nel maggio 1973, si presenta nel settembre 2016 all’Ambulatorio del Centro TAO di una città dell’Emilia-Romagna per il rinnovo del piano terapeutico per la prescrizione dell’anticoagulante rivaroxaban (Xarelto 20 mg. una volta al dì), dopo 6 mesi di terapia per tromboembolismo venoso (TEV).  Il medico del Centro ritiene che il … leggi tutto




sulodexide nuovo scenario tev tvp EPcoagulumreport

TVP. Sulodexide abbassa il rischio di trombosi venosa ricorrente

Lo studio SURVET su sulodexide apre un nuovo scenario terapeutico nel tromboembolismo venoso. Il lavoro, pubblicato su Circulation afferma che esiste un’alternativa alla anticoagulazione, una novità che potrebbe completare le opzioni per la gestione del rischio di episodi recidivanti di  tromboembolismo venoso (TEV) e delle sequele post-trombotiche nel medio-lungo periodo, fino a 24 mesi e … leggi tutto


Fibrillazione con patologia valvolare. Possibile ruolo di apixaban (NOAC)

L’analisi di un sottogruppo di pazienti dello studio ARISTOTLE (the Apixaban for Reduction in Stroke and Other Thromboembolic Events in Atrial Fibrillation) gli autori hanno voluto valutare l’efficacia e la sicurezza di apixaban (NOAC, nuovo anticoagulante orale) in pazienti con fibrillazione atriale (FA) e patologia valvolare cardiaca (esclusa stenosi mitralica clinicamente significativa e protesi valvolare … leggi tutto