idroclorotiazide

Statine utili anche in prevenzione primaria a rischio intermedio (HOPE 3)

L’efficacia preventiva delle statine in soggetti ad alto rischio cardiovascolare è stata ben documentata anche in prevenzione primaria. Non altrettanto si può dire riguardo all’uso delle statine nei soggetti a rischio cardiovascolare intermedio. Lo studio HOPE-3  é stato disegnato con l’intento di esplorare l’area grigia costituita da questa ampia popolazione di soggetti e in particolare … leggi tutto


Riduzione del rischio cardiovascolare con statina e sartano

Nei pazienti a basso rischio cardiovascolare, due farmaci al giorno, uno per abbassare la pressione e l’altro, una statina, per ridurre il colesterolo, diminuiscono del 40% il rischio di infarto e ictus. Sono questi i risultati di un importante studio globale ( HOPE-3,) presentato al congresso  ACC (American College of Cardiology)  di Chicago. Lo studio … leggi tutto