sicurezza

sulodexide-survet-sicurezza-recidiva-trombosi-tvp-tev-coagulumreport

Dopo TEV più nulla? Obiettivi, metodologia, risultati e conclusioni dello studio SURVET.

Continuare a tempo indeterminato la terapia anticoagulante orale (warfarin/DOAC) dopo un evento di trombosi venosa profonda (TVP) ed embolia polmonare (EP) o sospendere la terapia specifica dopo un certo periodo, variabile a seconda delle condizioni cliniche, e non somministrare più nulla? Questa è la domanda iniziale che ha ispirato lo studio SURVET,   il lavoro … leggi tutto


tvp-tev-sulodexide-focus-coagulumreport

Focus on TVP. Antitrombotico non anticoagulante: sulodexide

Considerato per lungo tempo  un agente antitrombotico “minore” simile ad altre sostanze eparin-like, sulodexide (SDX) ha guadagnato rinnovato interesse soprattutto negli ultimi dieci anni. Infatti, dopo somministrazione orale, SDX mostra nuove proprietà biologiche, come la capacità di regolare  interazioni tra le cellule dell’endotelio; per contrastare alterazioni infiammatorie e proliferative vascolari; proteggere struttura e funzionalità dell’endotelio danneggiato, … leggi tutto


sanguinamenti-sanguinamento-dabigatran-sicurezza-coagulumreport

Minore frequenza di sanguinamento con alcuni anticoagulanti diretti. Dati real life norvegesi

Valutare il rischio di sanguinamento nella pratica clinica nei pazienti con fibrillazione atriale in terapia con gli anticoagulanti diretti  (DOAC) rispetto a warfarin è l’obiettivo di questo studio. A tale scopo sono stati utilizzati i due maggiori registri norvegesi in cui sono stati individuati i pazienti affetti da fibrillazione atriale e valutati in un periodo compreso … leggi tutto


dabigatran rivaroxaban medicare coagulumreport

Prevenzione di ictus in fibrillazione: conferme di sicurezza per dabigatran in real life

Un nuovo studio, tratto dalla preziosa fonte indipendente del registro americano Medicare, ha confrontato, in pazienti con fibrillazione atriale,  l’efficacia e la sicurezza tra due diversi dosaggi dei nuovi anticoagulanti orali (NAO) rivaroxaban 20 mg  verso dabigatran 150 mg e rivaroxaban 15 mg rispetto a dabigatran 75 mg. I ricercatori hanno considerato più di 17.000 … leggi tutto


dati real world america dabigatran nao coagulumreport

Fibrillazione. Conferme per sicurezza ed efficacia di dabigatran dalla “real world” americana

La sicurezza e l’efficacia  di dabigatran nella profilassi  tromboembolica dei pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (FANV) si conferma anche nella pratica clinica quotidiana di  Oltreoceano. Studi clinici randomizzati hanno dimostrato, con solide evidenze, che l’anticoagulante dabigatran é almeno altrettanto efficace del warfarin con un migliore profilo di sicurezza. Tali risultati non sono però automaticamente trasferibili in … leggi tutto


NAO in real life. Evidenze di sicurezza indipendenti (FDA) su dabigatran

Al 49° Convegno di cardiologia che si è svolto a Milano, dal 21 al 24 settembre, sono stati presentati i dati indipendenti di Real Life di FDA relativi a dabigatran (NAO) in pazienti con fibrillazione atriale. Ne abbiamo parlato con Pasquale Perrone Filardi, Professore Associato, Direttore Scuola di Specializzazione Malattie dell’Apparato Cardiovascolare dell’Università degli studi … leggi tutto