statine

Un effetto protettivo dalle statine: nei confronti dell’insorgenza di malattia infiammatoria intestinale (IBD)

L’esposizione a farmaci può essere associata all’insorgenza di malattia infiammatoria intestinale (IBD, Inflammatory Bowel Disease). Uno studio ha verificato l’effetto delle statine, usate di solito per ridurre il colesterolo LDL,  sul rischio d’insorgenza di IBD analizzando i dati provenienti da un grande database sanitario negli Stati Uniti. E’ stato pertanto condotto uno studio retrospettivo caso-controllo, … leggi tutto


Statine utili anche in prevenzione primaria a rischio intermedio (HOPE 3)

L’efficacia preventiva delle statine in soggetti ad alto rischio cardiovascolare è stata ben documentata anche in prevenzione primaria. Non altrettanto si può dire riguardo all’uso delle statine nei soggetti a rischio cardiovascolare intermedio. Lo studio HOPE-3  é stato disegnato con l’intento di esplorare l’area grigia costituita da questa ampia popolazione di soggetti e in particolare … leggi tutto


Riduzione del rischio cardiovascolare con statina e sartano

Nei pazienti a basso rischio cardiovascolare, due farmaci al giorno, uno per abbassare la pressione e l’altro, una statina, per ridurre il colesterolo, diminuiscono del 40% il rischio di infarto e ictus. Sono questi i risultati di un importante studio globale ( HOPE-3,) presentato al congresso  ACC (American College of Cardiology)  di Chicago. Lo studio … leggi tutto


La pravastatina efficace e sicura anche dopo 20 anni

I risultati dello studio WOSCOPS (West of Scotland Coronary Prevention Study), pubblicati a metà degli anni ‘90, evidenziarono l’efficacia preventiva  delle statine, nel caso della pravastatina in prevenzione primaria, ovvero in soggetti senza pregressa storia di infarto acuto del miocardio, in cui, nonostante una dieta adeguata, persisteva una condizione di ipercolesterolemia. A distanza di oltre venti … leggi tutto


Omega-3 dopo infarto, efficaci ma poco utilizzati

Gli omega-3 sono rimborsati in Italia per il trattamento di alcune forme di ipertrigliceridemia e nel trattamento del paziente con infarto miocardico recente. In questa seconda indicazione il farmaco è in grado di ridurre la mortalità prevalentemente prevenendo la morte improvvisa. Tale effetto è stato documentato in un trial clinico di ampie proporzioni ma non sappiamo quanto estesamente … leggi tutto


Le statine riducono la fibrillazione in pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca

La fibrillazione atriale (FA) è l’aritmia cardiaca che più di frequente insorge nel post-operatorio nei pazienti sottoposti a chirurgia cardiaca. Il pre-trattamento con statine può prevenire l’insorgenza di tale aritmia? A questa domanda hanno cercato di rispondere gli autori dello studio Statin pretreatment and risk of in-hospital atrial fibrillation among patients undergoing cardiac surgery: a … leggi tutto


Dopo l’infarto (IMA) per le giovani donne minore prevenzione secondaria

Gli autori dello studio di popolazione retrospettivo Sex Disparities in Post-Acute Myocardial Infarction Pharmacologic Treatment Initiation and Adherence: Problem for Young Women hanno utilizzato database amministrativi per valutare se vi siano differenze di genere nell’aderenza al trattamento dei pazienti dimessi dopo infarto acuto del miocardio (IMA) fino a un anno dall’evento acuto. Lo studio ha coinvolto … leggi tutto


Ipercolesterolemia familiare: le statine riducono il rischio di ictus

La conclusione può sembrare scontata ma il rapporto tra ipercolesterolemia familiare eterozigote (HeFH) e ictus ha basi scientifiche molto meno solide della ben nota associazione tra questa condizione e l’aterosclerosi coronarica. E’ stato pertanto condotta una revisione sistematica e una metanlisi di studi epidemiologici che ha incluso quattro studi osservazionali comprendenti 3.374 soggetti con ipercolesterolemia … leggi tutto


Dopo stroke/ictus ischemico, con le statine meno eventi e più giorni a casa

I dati del programma di ricerca PROSPER (Primary Results from the Statin Therapeutic Area of the Patient-Centered Research into Outcomes Stroke Patients Prefer and Effectiveness Research) sono stati utilizzati per valutare l’efficacia, in un contesto non sperimentale, della terapia con statine nei pazienti sopravvissuti ad un ictus ischemico. A due anni dalla dimissione i dati … leggi tutto


Le statine abbassano il rischio cardiovascolare in uomini e donne

Risultati positivi sull’impiego di statine in donne e uomini nella prevenzione di eventi cardiovascolari. Lo afferma lo studio “Efficacy and safety of Ldl-lowering therapy among men and women: meta-analysis of individual data from 174 000 participants in 27 randomised trials”  pubblicato recentemente su Lancet. La particolarità della meta-analisi di studi clinici tratti dal database del Cholesterol … leggi tutto