ApoB marker più affidabile del colesterolo LDLc e nonHDLc nel controllo del fattore di rischio coronarico

La concentrazione plasmatica della apolipoproteina B (apoB) si conferma un fattore di rischio coronarico più affidabile del colesterolo LDL (LDLc) e del colesterolo non HDL (nonHDLc). I pazienti in cui si riscontra una discrepanza tra apoB elevate e LDLc o nonHDLc basse sono da considerarsi, infatti, ad alto rischio cardiovascolare. A queste conclusioni sono giunti i ricercatori del CARDIA Study che hanno confrontato i livelli delle lipoproteine plasmatiche in 2.794 soggetti

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
* Ti preghiamo di accettare le Condizioni di Servizio
Really Simple CAPTCHA is not enabled
*Campo obbligatorio