La sicurezza gastrointestinale dei nuovi anticoagulanti orali (NAO). Dati rassicuranti dagli studi real life su dabigatran

La sicurezza gastrointestinale dei nuovi anticoagulanti orali (NAO). Dati rassicuranti dagli studi real life su dabigatran
Leonardo Calò, Marco Rebecchi Aritmologia Clinica ed Interventistica, Policlinico Casilino, ASL Roma 2 INTRODUZIONE L’utilizzo clinico dei nuovi anticoagulanti orali (NAO) – dabigatran, inibitore orale diretto della trombina e rivaroxaban, apixaban ed edoxaban, inibitori orali diretti del fattore Xa – ha rappresentato un grande avanzamento nella prevenzione dell’ictus ischemico nei pazienti affetti da fibrillazione atriale non valvolare e nella cura/prevenzione dell’embolia polmonare. Nonostante l’acclarato profilo di sicurezza di tali farmaci, persistono ancora alcuni dubbi e

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
* Ti preghiamo di accettare le Condizioni di Servizio
Really Simple CAPTCHA is not enabled
*Campo obbligatorio