ACE-inibitori e sartani risultano simili in prevenzione, in assenza di scompenso

I dati derivanti da studi clinici di confronto diretto tra Ace-inibitori (ACE-I) e sartani sono scarsi, e alcuni dati hanno suggerito la superiorità di ACE-I rispetto ai sartani (ARB,dall’inglese angiotensin receptor blockers). Una recente metanalisi italiana ha analizzato i dati di  27 studi randomizzati e controllati, per un totale di 125.330 soggetti, per valutare gli effetti di ACE-I e sartani sull’end-point composito di morte cardiovascolare, infarto del miocardio (IMA), ictus,

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
* Ti preghiamo di accettare le Condizioni di Servizio
Really Simple CAPTCHA is not enabled
*Campo obbligatorio