Stabile l’incidenza di ictus, ma non è una buona notizia: poco usati i NAO

ictus TIA non cala anticoagulanti coagulumreport
Il rischio di ictus (stroke) nei pazienti con fibrillazione atriale (FA) ha smesso di decrescere ed é rimasto stabile nel decennio dal 2000 al 2010. E’ il risultato sorprendente e preoccupante di uno studio effettuato nella contea di Olmsted in Minnesota (USA), un territorio nel quale la convergenza degli interventi sanitari in poche strutture rende possibile una indagine epidemiologica rigorosa. Nel periodo esaminato sono stati identificati 3.318 casi di FA (età

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
* Ti preghiamo di accettare le Condizioni di Servizio
Really Simple CAPTCHA is not enabled
*Campo obbligatorio