Dopo ictus o TIA in paziente in terapia con ASA : quale antiaggregante?

asa-aspirina-ictus-ia-clopidogrel-ticagrelor-coagulumreport
Che fare se un paziente già in terapia aggregante con acido acetilsalicilico (ASA) presenta un ictus  o un attacco ischemico transitorio (TIA)? Le possibilità sono: continuare la terapia con ASA, sostituire l’ASA, aggiungere un altro antiaggregante. Per verificare quale strategia sia più efficace per prevenire ulteriori eventi cerebro e cardio-vascolari è stata condotta una meta-analisi ricercando in PubMed  articoli pubblicati tra il 1966 ed agosto 2016 riguardanti trial clinici e studi di coorte che avessero arruolato pazienti

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
* Ti preghiamo di accettare le Condizioni di Servizio
Really Simple CAPTCHA is not enabled
*Campo obbligatorio