Dapagliflozin in pazienti con scompenso cardiaco e frazione di eiezione ridotta – Studio DAPA-HF

scompenso cardiaco-Dapagliflozin-
Lo studio DAPA-HF ha mostrato che dapagliflozin era superiore al placebo nel prevenire decessi cardiovascolari ed eventi di insufficienza cardiaca. L’obiettivo dello studio era valutare dapagliflozin (inibitori SGLT2 cotrasportatore sodio-glucosio)  rispetto al placebo tra i pazienti con insufficienza cardiaca con ridotta frazione di eiezione (HFrEF). I 4.744 pazienti (età media 66 anni – 24% femmine, 42% con diabete), con HFrEF (indipendentemente dallo stato del diabete) sono stati randomizzati a dapagliflozin 10 mg al

Questo contenuto è riservato agli iscritti alla newsletter del settore sanitario: si prega di accedere utilizzando il form sottostante, oppure di compilare il form di registrazione. Dopo la registrazione, oltre ad avere accesso a tutti i contenuti del portale, riceverai aggiornamenti utili alla pratica clinica. Se non si ricordano i dati di accesso, cliccare qui

Utenti collegati esistenti
   
Nuova Registrazione Utente
* Ti preghiamo di accettare le Condizioni di Servizio
Really Simple CAPTCHA is not enabled
*Campo obbligatorio