anticoagulante



Nuove prospettive terapeutiche nel post-infarto. Una controffensiva su diversi fronti

I risultati positivi dei nuovi studi da poco pubblicati, aprono nuove prospettive nella prevenzione secondaria dopo infarto miocardico.

I grandi progressi registrati nelle ultime due decadi, nel trattamento in fase acuta dei pazienti con sindrome coronarica acuta (SCA), hanno portato ad una significativa riduzione della mortalità intraospedaliera. La stessa cosa non si è verificata per quanto riguarda la fase post-acuta e a lungo termine dopo SCA, che è ancora caratterizzata da un significativo rischio residuo di eventi coronarici fatali e non fatali.








Sfide attuali nella gestione del TEV

Sfide attuali nella gestione del TEV

Gualtiero Palareti Malattie Cardiovascolari, Università di Bologna TEV, recidive e protezione anticoagulante Pazienti affetti da una trombosi venosa profonda degli arti inferiori (TVP) e/o da…